Il nostro metodo

Come ci prendiamo cura di te

La pubalgia è un sintomo non la patologia

La pubalgia, o groin pain syndrome (GPS), ha un eziologia multifattoriale, ossia può essere causata da numerosi quadri clinici. Infatti, il termine di “pubalgia o GPS, è solamente la descrizione di un sintomo e non va assolutamente confuso con la diagnosi.

Per cui, affermare che un paziente soffre di pubalgia, senza specificarne la causa non ha, da un punto di vista diagnostico, alcun senso logico. Già dal 2015, il nostro gruppo organizzando una Consensus Conference, ossia un convegno di esperti sulla materia, ha stabilito che la pubalgia può essere causata da ben 63 diversi quadri clinici suddivisibili in 11 categorie.

Specialmente nel paziente sportivo, vi sono delle tipiche associazioni di causa-effetto che vedono il quadro pubalgico causato dall’associazione di: dismorfismo dell’anca-osteite pubica- tendinopatia adduttoria e debolezza della parete posteriore del canale inguinale (ossia la cosiddetta sport ernia). Per questo motivo, una corretta diagnosi deve prevedere obbligatoriamente l’intervento di più specialisti. ortopedico, radiologo, chirurgo di parete.

Inoltre, dal momento che si tratta di una “patologia funzionale” che si evidenzia solamente a fronte di una richiesta funzionale importante (come appunto un’attività sportiva intensa) è fondamentale la presenza nell’equipe diagnostica della figura dello sport physiologist e del fisioterapista, che poi si faranno carico del protocollo riabilitativo, sia che quest’ultimo sia di tipo conservativo oppure post-chirurgico.

Per tutti questi motivi, un solo specialista difficilmente sarà in grado di formulare una diagnosi di certezza che prenda in considerazione tutti i quadri clinici responsabili dell’insorgenza del problema.

TORNA SU